Serie A, si raduna il Milan

Comincia oggi a Milanello la stagione dei rossoneri. Sarà presente anche il Presidente Berlusconi.

Mario Balotelli e Stephan El Shaarawy

Mario Balotelli e Stephan El Shaarawy

Lunedì 8 Luglio 2013. Milanello. Comincia la stagione del Milan.

I rossoneri ripartono dall’ottima seconda parte di stagione che li ha portati ai preliminari di Champions League, dopo un inizio shock di campionato che aveva fatto pensare al peggio con 7 punti nelle prime 8 partite.

Si riparte più o meno con il gruppo dell’anno scorso, orfani di Capitan Ambrosini, Bojan e Yepes ma con Poli, Saponara e Vergara in più. A guidare la truppa ci sarà ancora Max Allegri, sopravvissuto all’inizio burrascoso della passata stagione ma capace, anche grazie agli exploit di El Shaarawy prima e di Balotelli poi, di trascinare il Milan fino alla zona Champions.

Stagione del Milan che avrà il proprio inizio ufficiale il 20-21 Agosto con l’andata dei preliminari di Champions. Ci sarà poi il primo turno di campionato e poi il ritorno dei preliminari il 27-28 Agosto.

Milan che sarà testa di serie nel sorteggio di Nyon del prossimo 9 agosto. Le possibili avversarie sono Real Sociedad, Pacos Ferreira, PSV, Metalist e Fenerbache.

Per preparare questa fondamentale doppia sfida europea il Milan giocherà diverse amichevoli in giro per il mondo. Ecco le date delle principali:

20 Luglio: Milan-Varese

23 Luglio: triangolare con Juventus e Sassuolo

27 Luglio: Valencia-Milan

31 Luglio: Milan – Manchester City (in Germania)

1 Agosto: Milan – da definire (in Germania)

3-4/6-7 Agosto: International Champions Cup (negli USA)

Il Presidente Silvio Berlusconi a Milanello insieme al Faraone El Shaarawy

Il Presidente Silvio Berlusconi a Milanello insieme al Faraone El Shaarawy

Il Presidente Berlusconi sarà presente oggi a Milanello per caricare la squadra e per tranquillizzare i tifosi rossoneri che non possono fino ad ora certo dirsi soddisfatti del mercato del Milan.

Sebbene la squadra di Via Turati abbia blindato tutti i propri gioielli, va detto che qualcosa di più in sede di acquisto i tifosi se lo sarebbero aspettato. Non saranno Poli e Saponara, seppur due ottimi prospetti, a sfamare l’appetito dei tifosi rossoneri. Così come non lo farà Honda in caso di arrivo a Milanello.

Galliani ha dichiarato che per esserci un acquisto deve esserci necessariamente una cessione. L’unico rossonero in procinto di partire pare essere Robinho con destinazione Santos. Nelle casse rossonere entrerebbero circa 8 milioni di euro per il cartellino ma soprattutto un ingaggio molto elevato verrebbe sottratto a un bilancio che, causa fair play finanziario, ha bisogno di alleggerirsi. Da questa operazione potrebbe arrivare il famoso “tesoretto” da utilizzare sul mercato per cercare di colmare un gap con la Juve che, dopo l’arrivo in bianconero di Tevez e Llorente, è inevitabilmente aumentato.

Massimiliano Allegri, allenatore del Milan

Massimiliano Allegri, allenatore del Milan

Il cambio di modulo dovrebbe essere la prima novità della nuova stagione rossonera. Si torna all’antico, a quel 4-3-1-2 che ai tempi di Ibra aveva portato i rossoneri al tricolore. Ibra non c’è più, c’è El Shaarawy da valorizzare e Balotelli che ha dichiarato “voglio fare la punta centrale”. Quanto durerà il 4-3-1-2 non si sa, ma questo pare il diktat Allegriano che accompagnerà le prime uscite del Milan versione 2013/2014.

Occhi puntati quindi su Milanello dove entro le ore 15 arriveranno tutti i rossoneri (tranne quelli che hanno partecipato alla Confederation’s Cup) pronti a sostenere il primo allenamento stagionale. Ma soprattutto occhi e orecchie puntate alla conferenza stampa dove, oltre alla presentazione dei nuovi arrivati, ci sarà il Presidente Berlusconi che parlerà del presente e del futuro del Milan, anche in chiave mercato. E si sa, quando Berlusconi parla di Milan, non lo fai mai in modo banale.

Emanuele Sica