UEFA, è guerra al doping

Dal prossimo settembre saranno introdotte le analisi del sangue nelle coppe europee

Gli addetti antidoping utilizzati dall'UEFA per gli Europei 2008 e 2012

Gli addetti antidoping utilizzati dall’UEFA per gli Europei 2008 e 2012

 

Il Comitato Esecutivo dell’UEFA ha annunciato che dalla stagione 2013/2014 verranno condotti controlli antidoping con analisi del sangue in tutte le competizioni, comprese le coppe europee.

Si tratta di una svolta epocale in quanto le analisi del sangue erano state effettuate solo durante gli Europei del 2008 e del 2012.

Le analisi si svolgeranno sia in gara, cioè durante i periodi in cui si svolgono le competizioni, sia fuori gara, mentre ai giocatori potrebbe essere richiesti solo campioni d’urina, di sangue o entrambi.

Tra le nuove misure antidoping, anche un’indagine retrospettiva per misurare i profili steroidei di circa 900 giocatori che hanno preso parte alle competizioni Uefa a partire dal 2008. L’obiettivo é quello di identificare l’eventuale diffusione di steroidi nel calcio europeo utilizzando i dati dei precedenti controlli. L’indagine sarà collettiva ed anonima e i risultati non porteranno alla condanna di alcun atleta per violazione del regolamento antidoping. In base ai risultati, potrebbe però venire preso in considerazione per il futuro l’inserimento di un programma di profiling passport biologico steroideo all’interno del programma antidoping Uefa.

Emanuele Sica