Croazia nell’UE, cosa cambia

Kovacic, 19 anni, Inter

Kovacic, 19 anni, Inter

La Croazia da ieri è il 28° Paese dell’Unione Europea. La notizia porta una novità importante per i club del nostro campionato. I calciatori croati, infatti, sono da oggi comunitari e le squadre che ne hanno in rosa si troveranno automaticamente un posto da extracomunitario in più.

Kovacic, Livaja, Tomas e Radosevic, i 4 croati della nostra Serie A, liberano così un posto per Inter, Atalanta, Chievo e Napoli.

La regola prevede che le squadre di Serie A possano ingaggiare al massimo due nuovi giocatori extracomunitari a stagione, a patto che a ogni nuovo ingresso di un giocatore extracomunitario debba per forza di cose corrispondere la cessione di un giocatore extracomunitario presente in rosa, per evitare di superare il limite massimo di due giocatori.

La notizia dell’entrata della Croazia è quindi positiva per l’Inter, che vede così liberarsi un posto da extracomunitario. Kovacic, arrivato a gennaio da extracomunitario grazie alla cessione in comproprietà all’Atalanta di Livaja, ora diventa comunitario e l’Inter, senza dover cedere nessuno, ha adesso una casella libera alla voce extracomunitari.

Proprio Livaja libera un posto all’Atalanta, mentre i giovani Tomas e Radosevic, permettono la stessa cosa a Chievo Verona e Napoli.

Icampionidellosport