Confederations Cup, Il Brasile non tradisce all’esordio

I verdeoro rifilano un sonoro 3-0 ai nipponici nel segno di Neymar.

 

Neymar, autore del fantastico gol dell' 1-0

Neymar, autore del fantastico gol dell’ 1-0

 

Nel segno di Neymar. Il fuoriclasse del Brasile è stato decisivo nella partita inaugurale della Confederations Cup contro il Giappone. Il nuovo attaccante del Barcellona ha sbloccato la partita con una rete da fuoriclasse, un destro al volo potentissimo che si è insaccato sotto l’incrocio dei pali della porta giapponese.

I nipponici di Alberto Zaccheroni non hanno potuto nulla e hanno subito smesso di credere di poter affrontare alla pari il Brasile. Gol che ha messo quindi in discesa la partita per i padroni di casa. Il Giappone si distingue solitamente per giocare con un’intensità doppia a quella degli avversari, mettendoli in costante difficoltà dal punto di vista fisico. La reazione  è stata al contrario impalpabile con gli unici Honda e Nagatomo a tentare delle sortite offensive e conclusioni verso la porta difesa da Julio Cesar.

Il Brasile è stato abile nel controllare la partita grazie ad un possesso palla del 64% e a chiudere la partita con un guizzo di Paulinho, calciatore conteso tra la Roma di Rudi Garcia e l’Inter di Walter Mazzarri, e con un bel gol di Jo che ha messo il punto esclamativo sulla partita, piazzando il pallone in mezzo alle gambe del portiere.

Si attende ora la partita con il Messico per saggiare meglio le qualità di questo Brasile, che non è stato mai messo realmente in difficoltà nel corso dei 90 minuti.

Dario Intorrella – Icampionidellosport