Pippo Inzaghi, cuore rossonero

Il Milan ha deciso di affidare la panchina della squadra primavera a SuperPippo

Filippo Inzaghi, attuale allenatore degli Allievi del Milan

Filippo Inzaghi, attuale allenatore degli Allievi del Milan

 

Milano – Promozione in vista per Filippo Inzaghi. L’attuale allenatore degli allievi del Milan, qualificatosi per le fasi finali del campionato, ha prolungato il contratto con la società rossonera fino al Giugno del 2016. Con questo prolungamento il Milan ha anche deciso di affidargli la guida della squadra primavera. Quindi, dal prossimo settembre, seguito da tutto il suo staff tecnico, si siederà sulla panchina dei campioncini rossoneri.

SuperPippo sta bruciando le tappe anche nelle vesti di allenatore. Infatti dopo aver visto il suo nome affiancato a quello della panchina della prima squadra nei momenti di crisi di Allegri and Co. di inizio stagione, ha deciso insieme alla dirigenza rossonera di continuare il suo cammino di formazione iniziato dal basso.

La prima dichiarazione del ex bomber rossonero è stata: “Non me lo aspettavo, il Milan mi stupisce sempre e mi fa sentire orgoglioso di appartenere a questo club”, ha spiegato inoltre che è “molto contento e onorato di allenare la Primavera. È tanto che non vince il titolo italiano e ci proveremo”.  Inzaghi, prima di prendere possesso del suo nuovo incarico, avrà l’occasione di giocarsi le Final Eight scudetto alla guida degli Allievi nazionali rossoneri.

“Pensavo che giocare mi sarebbe mancato da morire ma allenare è una cosa stupenda”, ha spiegato SuperPippo. Proprio da giocatore ha fatto le fortune del Milan, con la società rossonera ha vinto tutto negli undici anni passati insieme, sia a livello nazionale che internazionale, sempre da protagonista con all’attivo 126 goal in 300 presenze. Da ricordare la stagione 2006/07, nella quale è stato decisivo con il Milan in Champions League, dove ha segnato i gol con i quali la squadra rossonera ha superato il preliminare con la Stella Rossa e soprattutto i due con cui ha vinto la finale di Atene contro il Liverpool. Il primo deviando una Punizione di Pirlo, il secondo scattando sul filo del fuorigioco su assist di Kakà. Al termine dell’incontro Inzaghi fu nominato anche “Man of the match“.

Ora starà a Pippo dimostrarsi un campione anche in panchina, un grande in bocca a lupo dalla redazione de Icampionidellosport.

Giovanni Davide Pontrelli