Roland Garros, finale anticipata

pizap.com13697317091761

A Parigi, fino ad ora, Rafael Nadal e Novak Djokovic non hanno disatteso le aspettative dei loro tifosi. I due sono collocati dalla stessa parte del tabellone e per forza di cose dovranno affrontarsi in semifinale. Dispiace agli appassionati non vedere nell’altra semifinale Re Roger Federer, uscito sconfitto in tre set dal beniamino di casa Tsonga.

A detta di tutti, Nadal-Djokovic sarà una vera e propria finale anticipata. I due hanno dimostrato durante i primi turni di essere dei veri e propri rulli compressori. Hanno sconfitto gli avversari senza alcuna difficoltà. Nadal ha lasciato per strada due soli set, nei primi due turni, Djokovic solo un set al tedesco Kohlschreiber durante l’ottavo di finale.

Ancor più impressionanti sono stati i due quarti di finale, giocati quasi in contemporanea, durante i quali sembrava che i due gareggiassero a distanza per sconfiggere il proprio avversario nel minor tempo possibile.  Alla fine i poveri malcapitati, Haas e Wawrinka, non hanno potuto fare altro che ammirare la loro mostruosa superiorità.

Ora, però, uno dei due si dovrà fermare. Nella semifinale di domani Djokovic giocherà per provare a conquistare l’ultimo atto dell’unico Slam che ancora manca dalla sua bacheca. Nadal, invece, per cercare l’accesso alla finale che potrebbe garantirgli l’ottava incoronazione – cosa mai riuscita a nessuno – a re di Parigi. Non ce ne vogliano Ferrer e Tsonga, ma il prefisso ‘semi’ davanti alla parola ‘finale’, probabilmente, non è mai stato così riduttivo.

Giovanni Davide Pontrelli